Valezot e la “Sfaiga Nera®”: a truth story.

Volevo scrivere un post su “Come creare un ambiente tropicale in casa”, ma invece parlerò di ciò che mi è capitato martedì.

Comunemente chiamiamo le giornate come codesta con una parola semplice semplice e di uso comune: “Giornate di M”. Ho vissuto quella che mi è parsa una farsa fantozziana. Io e la mia nuvoletta nera ce ne siamo andate in giro per Milano belle felici per vivere la giornata della (denominata da me) “sfaiga nera”.

 

Era una mattina buia e tempestosa…

… all’alba, sotto la coltre di nubi e pioggia, mentre mi lavavo il pelame cricetoso (–> facevo la doccia) e riflettevo se dovevo comprare un nuovo tappetino antiscivolo a forma di coccodrillo dell’Ikea, la giornata mi sembrava rosea e allegra. Sarei andata al lavoro, avrei finito un paio di progetti, avrei chiacchierato con la mia collega, avrei scritto un post con relativi disegni sugli ambienti tropicali creati dal Crici nel bagno e sarei stata felice. E invece no.

Mentre percorrevo il parchetto dove si rifugiano tutti i ragazzini che bigiano, nonché la mia scorciatoia per arrivare alla Metro, una presenza è sbucata da dietro l’albero di castagne matte. Io non ci ho dato tanto peso, ma sicuramente tutto è iniziato li: nei pressi del cimitero, la sfiga mi si è attaccata: sguish, adesa proprio.

Ecco così la mia giornata ricapitolata nell’evolversi della mia persona. Prego regia, mandare immaginetta esplicativa:

 

La Sfaiga per punti

La Sfaiga per punti: 1 e 2;

Nel punto 1 possiamo notare la donzelletta/criceto che ignara di tutto affronta la giornata col sorriso. Ama ancora il mondo;

Nel punto 2 la gentil Grafica-Precaria ha ricevuto la simpatica notizia che, da due anni a questa parte, arriva puntuale puntuale a Novembre: “lo studio va male”. Dall’inizio della crisi, non ci siamo mai fatti mancare la paura che ti attanaglia lo stomaco giusto prima di Dicembre: Buon Natale! Aaaah lo so, mi piacciono le emozioni forti. 😛

 

La Sfaiga per punti: 3 e 4.

La Sfaiga per punti: 3 e 4.

Nel punto 3 la ormai depressa Criceta-Designer è in balia di pensieri scoraggianti, pensa che la giornata non potrà andare peggio di così. Continua a grattarsi dietro alla spalla, senza rendersi conto che la sfiga soggiorna li. Ordunque nel momento clou, quando in pausa pranzo decide di uccidersi con un “Pan dei Morti”, si accorge della tremenda verità: nella sua adorata borsa non c’è più alcuna traccia del portafoglio. L’adorato portafoglio in pelle morbida e lavorato a mano, color rosa antico, di Coccinelle® che aveva tanto faticato a trovare è scomparso. PUF! Volatilizzato. Lo cerca in ogni piccolo angolo della NON capiente borsa, come se improvvisamente si fosse rimpicciolito a livello fiabesco e invece no. Non c’è proprio. Presa dall’angoscia abbandona l’agognato tentativo di tirarsi su il morale (Pan dei Morti) e corre verso lo studio, nella speranza di una dimenticanza. No. La scoperta è ormai appurata: gliel’hanno proprio Gabbato (segue susseguirsi di parole poco carine e crisi di nervi).

Nel punto 4, la ormai verso il baratro ameba-Valez, dopo una giornata in Questura, poi all’ATM point con lunga attesa (perché ovviamente per un blocco informatico non potevano emettere le tessere. Ma Fuuuuuuu!), poi verso casa, poi all’ASL, poi sul sito della Banca e poi sul divano in stato comatoso, realizza che la giornata è finita. Ha speso solo 15€ di tessera elettronica ATM nuova di pacca + 4€ di fototessere (in cui sembra Mercoledì Addams), il prurito alla spalla non c’è più, la nuvoletta nera ha finito, si spera, l’acqua e magari domani potrebbe ricominciare ad amare il mondo.

 THE END?

 

I fatti di codesto post sono accaduti Martedì 8 Novembre. Oggi, Sabato 12, direi che mi sto riprendendo. Ho finito dei progetti miei, aiutato la mia cara amica Andy Kate Ferrario con il blog scolastico (www.lagazzettadelcasiraghi.wordpress.com), ho cominciato a studiare Html e CSS e ho ricevuto tanti messaggi di Positività che mi hanno scaldato il cuore e dato la forza per non abbattermi!

 

Thanks!

THE POWER OF HAMSTERRRRRRRRR!!! YE YEEEEE!!!

 

Valezot

Annunci

☼ Summer Time ☁

Holiday Inspiration n°07

Holiday Inspiration n°07

ATTENZIONE QUESTO E’ UN POST LUNGHISSIMO E PIENO DI BAGGIANATE!

L’unica cosa a cui riesco a pensare ultimamente è il mare. Ho uno sconsiderato bisogno di mettermi a mollo e rimanerci per ore come fossi una spugna gigante, una balenottera saltellante, una foca acrobatica. Una volta tornata sulla spiaggia assumerò la tattica della “cotoletta alla milanese”, meglio conosciuta anche come “la balenottera spiaggiata”, che consiste nel rotolarsi sulla sabbia facendo paura a tutti gli altri bagnanti. “Ma è per lo Scrub naturale! Cosa guardate a fare?” ribatterò e poi, urlando “cotolettaaaaaaaa!” mi rimetterò a rotolarmi.

Visto che NON posto da MESI, causa lavorodistruttivominchianoncelafacciopiù, ora mi rifarò prontamente proponendovi anche una bella selezione di costumini-cosebellissimechenonpossopermettermiperchèsonopoveraincanna, ma che sogno ogni giorno guardando le vetrine Milanesi.

Prego regia, mandare immaginetta esplicativa!

OMG! WANT!

OMG! WANT!

Si deducono alcune cose da codesta seleccione: 1.Adoro il nero; 2.Adoro il nero; 3.Adoro le linee semplici; 4. Adoro Oysho, comprerei ogni volta tutto il negozio 5.Adoro Antonio Marras e Borsalino, cioè se avessi mille mila milioni di euro li spenderei per tantissime cose, ma ho un amore infinito verso questi due brand geniali, alle volte assurdi e fantasiosi! Ok, avete capito, la pianto, tanto son poraccia e di poracciatudine vivo: discount arrivo! 😛

Ordunque credo di aver detto più o meno tutto. No, in realtà ho mille mila cose in testa e tanti buoni propositi e alcuni capelli e un po’ di forforafafafafafafa. Si, sto impazzendo, ma non disperate, è normale ed è venerdì ed è il 29 Luglio e sono vestita con più di due colori. La cosa mi rende euforica! Ce l’ho fatta! Ho indosso l’arancione, il giallo fosforescente e il verde brillante. Ho superato le mie paure! Lo condividerò con voi… no, lo scrivo e basta. Niente foto.

Intanto però vi delizierò con una notizia INCREDIBBBBILE!!!!!!!! (il mio capo dice sempre che metto troppi punti esclamativi, ma nuooooooo! Per ripicca gli ho mandato una mail fatta di punti esclamativi. ESCLAMATION MARK! Ok, torniamo a noi…) dicevamo? Ah, si: sono diventata cittadina “Gorgonzolese”!

Prego regia, mandare immaginetta esplicativa!

E con questa NEWS  sconvolgente e a tratti puzzolente (del resto l’Adone® mi chiama PUZZILLA™, ma su questo faremo un altro post :P) vi zaluto!

HALOA! Vado sulle colline Tortonesi a far vita bucolica buon week end a tutti!!! YAY!

Valezot

Have you considered Orange?

Orange inspiration

Orange inspiration

Sono due settimane che a Milano piove in maniera monsonica, due settimane che l’umidità soggiorna  nelle mie cervella, nei miei lobi e nei miei vani. Due settimane di grigio totale. Che dire? E’ ovviamente tutta COLPA DI PISAPIA!!! 😛

In queste due settimane di totale pioggia Milanese, io speravo si formasse un mare temporaneo con tanto di spiaggia per soggiornarvici, ma non è successo. E’ successo invece che finalmente ho trovato il tempo di assemblare, incollare, brigolaggiare il nuovo post, perchè ovviamente il nuovo colore dell’estate è: l’ ARANCIONE!!! 😀 Da Milanese Adottiva (circa) sono felicissima della recente vittoria dell’Arancione sull’Azzurro, non lo nego, anzi! YAY!!! 😀

Il giorno della vittoria lo studio ha chiuso prima, l’arcigna capa® si è presentata con del gelato di colore arancione, siamo andati tutti in piazza Duomo e abbiamo festeggiato alla grande (io ovviamente ero vestita praticamente in tuta e tutta di nero, come al solito FAIL!). Arrivata a casa ho cucinato solo cose arancioni: carote e melone con il prosciutto crudo (per fortuna non era arancione quello! :P) e poi… e poi basta! Dopo un po’ le cose arancioni finiscono, o no? 😛

Aloah! A presto per un nuovo post vacanziero, marino, bikinoso, insomma… fosse per me sarei già in vacanza! Voi no? 🙂

Valezot