The Zombie (Valezot) returns!

Ho appena finito la lotta con un moscone di dimensioni epiche. Essendo sopravvissuta a codesta lotta tra titani posso affermare che sono giunta a una grande verità: scrivere un blog è un cacchio di casino. A parte che l’altro mese ha festeggiato un anno da quando l’ho ripreso in mano dopo anni passati nell’oblio, a parte che dovevo sistemarlo ma non ho ancora avuto il tempo per farlo, a parte tante cose, se lavori tra le 8 e le 10h al giorno non è proprio facile scriverci su anche se hai un mucchio di baggianate da dire.

Ricominciamo:

Sono una giovane… no, scusate, non lo so, cioè sono in quella fase dell’età dove non sono più giovane e non sono tantomeno vecchia. Vabbè dai, diciamo che son gggggiovane, allora, dicevamo, sono una giovane pendolare grafica precaria che vive nella sperduta città di Gorgoncity e lavora nella City. Sono una pulzella sottopagata facente parte di quel mucchio di pendolari che ogni giorno si ammassa nella Metro. E ogni giorno i miei occhi di elfo… ah, no, scusate, quello era Legolas… dicevo, e ogni giorno i miei occhi mezzo miopi, mezzo astigmatici vedono cose che voi umani, non potete nemmeno immaginare. Ho visto maglioncini bucati su reggiseni indossati da ciccione settantacinquenni. Ho visto lupi su magliette anni ’80 portati con disinvoltura. Ho visto marsupi neri plasticosi su panzuti programmatori di provincia. Il problema è che ogni giorno li vedo. Cioè ecco, non fraintendetemi, ogni giorno vedo un mucchio di “Metro fashion” e ogni giorno mi diverto assai! 🙂 Se fossimo tutti belli e perfetti, vi giuro che non sarebbe per niente divertente!

Valezot on the Subway®

Valezot on the Subway®

Quindi ecco qui l’esperimento:

Scrivere di codeste “meravigliosità” ogni giorno, o quasi, riportando minuziosamente racconti della mia modesta vita assurda tra pendolarismi, elefanti pieni di lana, la vita nello studio Grafico, disegni a casa, la convivenza con l’Adone, con Broccolo® (il mio nuovo peluches dell’Ikea – ode ode all’Ikea) e con Bones® (il mio bonsai – anche lui proveniente dall’Ikea. Se ve lo state chiedendo non l’ho montato! AAAAAAAAAH un doppio senso. Ommmmmioddddio che cosa terribileeeeee. Dove sei altro aggettivoooooooooo… “assemblato”. Ok, eccolo: non l’ho assemblato! :P) e con le scarpe (no, non dell’Ikea per fortuna!).

I miei coinquilini

Nell'ordine da sinistra, i miei coinquilini: Floppy, Broccolo e Angry Bird. Sullo sfondo il cuscino Twitter.

Ovviamente l’esperimento può anche miseramente fallire, ma io ci provo. Poi proverò anche a darmi al Web Design e sistemerò il sito e tutto quanto, ma iniziamo da una cosa per volta. Curiosi?

Ordunque:

Che si dia inizio alle danze!

All’arrembaggio! 

Arrrrrr!

Valezot

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...