“DragonPalla Evolution”

Iniziamo ora una nuova rubrica su questo poco seguito Blog di Provincia: le “RECENSIONI dei FILM”. Mi sono imbattuta ieri sera in un film che mi ha sconvolto profondamente e ha turbato la mia coscienza per un nano secondo: “DRAGONBALL EVOLUTION”.  James Wong ha avuto la brillante idea di dirigere questo strepitoso film, del resto la sua mente ha anche partorito Final Destination III , quindi cosa potevamo aspettarci? 

Il film sembra creato dai produttori dei Power Rangers, si salva poco o niente, dalla fotografia alla trama. Persino i costumi sono terribili. 

 La ricetta per creare un film come questo è: prendere una storia, bella, creata da Akira Toriyama, dimenticarla, inserire dei costumi che abbiano un push up, un protagonista che alle volte sembra uno zombie, delle macchine alla Fast and Furious e delle esplosioni. Prendi il tutto, agitalo a caso, aggiungi colori e chiamalo Dragonball, perchè il nome lo si ha già letto da qualche parte, casualmente. Per condire il tutto aggiungere anche la parola “Evolution” in modo da giustificare i cambiamenti apportati a tutta l’opera originale. Ecco, ora avete un film che persino Bollywood avrebbe diretto meglio, ballando. 

Consiglio 1: andate a vedere il film in un giorno buio e tempestoso, o noleggiatelo quando uscirà. Vista la bruttezza del film quasi quasi potrei anche dirvi di scaricarvelo, ma non sarebbe corretto con le mie idee, quindi vi dirò solo di vederlo nel modo che preferite. Allora, vedete questo “prodotto”, gustatevelo fino in fondo e poi… prendetelo come esempio di tutto quello che il cinema non deve essere. Infine, una volta capita questa lezione e  assimilata, dimenticatelo per il vostro bene (il film, non la lezione). 

Consiglio 2: se il film vi è piaciuto per prima cosa andate a farvi un paio di birre, anzi no, meglio qualcosa di più forte. Andate davanti a uno specchio, chiudete gli occhi e agitate forte la testa avanti e indietro. Sentito niente? 

Ora alzate la testa e fate in modo di illuminarvi con una piccola torcia nella cavità nasale, in modo da vedere fino in fondo. Ripetete la stessa cosa per le orecchie: prendete la pila e illuminatevi le orecchie. Cosa succede? Vedete niente?

Non preoccupatevi, non c’è nulla da vedere perchè siete stati lobotomizzati. Tranquilli. 

 

E con questo è tutto!

Prossimamente: “True Blood” recensione dell’anteprima.

Restate in ascolto! 🙂 

 

V.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...